FastRecipes

FASHION TARATOR

La nostra versione della zuppa più amata in Bulgaria – Our version of the most beloved soup in Bulgaria

Come la BARBABIETOLA ROSSA, anche la BULGARIA è ancora poco nota tra i più.

Eppure entrambe hanno straordinarie potenzialità!

Quest’anno io e il mio uomo abbiamo scelto come meta vacanziera l’affascinante e sorprendente Sofia.

Ricca di storia (le sue origini risalgono a 7 mila anni fa), la bella Serdica – come si chiamava in origine – era talmente apprezzata da Costantino che per poco non la preferì ad Istanbul come capitale dell’Impero.

Amava definirla “la mia piccola Roma” ed in effetti sono talmente abbondanti le testimonianze storiche (e spesso davvero ben valorizzate) che una passeggiata a Sofia ricorda molto un bel pomeriggio tra le vie della nostra capitale.

Come sempre, in viaggio cerchiamo di scoprire le abitudini alimentari locali, pertanto abbiamo fatto abbondante consumo di yogurt, zuppe, insalate e carni alla brace.

In particolare, mi piaceva iniziare il pasto con il TARATOR, un piatto tradizionale ottomano molto simile allo TZATZIKI greco.

E’ una zuppa fredda a base di yogurt, aglio, aneto e a volte noci.

Tornando in Italia, mi sono fermata qualche giorno nella mia terra d’origine, ovvero l’Altopiano di Asiago, e ne ho approfittato per dare un tocco personale a questa ricetta che tanto mi aveva colpito: dopotutto anche da noi lo yogurt è davvero molto buono!

 

Like the RED BEETROOT, BULGARIA is still not known among the most.
But yet, both have extraordinary potential!
This year my husband and I have chosen the fascinating and surprising Sofia as a holiday destination.
Rich in history (its origins date back to 7,000 years ago), the beautiful Serdica – as it was originally called – was so much appreciated by Constantine that he almost preferred it to Istanbul as the capital of the Empire. He loved to call it “my little Rome” and in fact there are so many historical testimonies (and often really well valued) that a walk in Sofia is very reminiscent of a beautiful afternoon in the streets of our capital.
As always, while traveling, we try to find out about local eating habits, so we made plenty of yogurt, soups, salads and grilled meats.
In particular, I liked to start the meal with TARATOR, a traditional Ottoman dish very similar to the Greek TZATZIKI.
It’s a cold soup made with yogurt, garlic, dill and sometimes walnuts.
Returning to Italy, I stopped a few days in my homeland, the Highland of Asiago, and I took the opportunity to give a personal touch to this recipe that struck me so much: after all, even here, yogurt is really very good!

Perché è afrodisiaco?

In questa versione, che ho chiamato Fashion Tarator, ho usato la BARBABIETOLA ROSSA, ricca di vitamine e utile contro l’anemia e i problemi di circolazione.

In questa scheda potrete trovare un ampio approfondimento.

 

WHY IS IT APHRODISIAC?
In this version, that I called Fashion Tarator, I used the RED BEETROOT, rich in vitamins and useful against anemia and circulation problems. In this tab you can find a large study.

FASHION TARATOR

INGREDIENTI X 2/ INGREDIENTS X 2

Yogurt intero / Whole yoghurt, 250 g

Cetriolo / Cucumber, 1/2

Barbabietola rossa cotta /Red beetroot (cooked), 1/4

Aglio / Garlic, 1 spicchio/clove

Uova / Eggs, 2

Sale / Salt

 

PREPARAZIONE / PREPARATION

  1. Grattugiare il cetriolo, salarlo leggermente e lasciarlo scolare in un piccolo colino per una decina di minuti
  2. Tagliare a cubetti molto piccoli la barbabietola
  3. Tritare lo spicchio d’aglio
  4. Mescolare gli ingredienti allo yogurt e salare a piacere
  5. Servire con un uovo sodo

 

1. Grate the cucumber, salt it lightly and let it drain in a small colander for about ten minutes
2. Cut the beetroot into very small cubes
3. Chop the garlic clove
4. Mix the ingredients with yogurt and salt to taste
5.Serve with a boiled egg

 

 



'FASHION TARATOR' non ha commenti

Commenta per primo questo post!


Vorresti condividere i tuoi pensieri?

La tua email non sarà pubblicata.

Copyright © Monica Micheli - All Rights Reserved. Powered by StudioPZ