Love coach a 4 ruote

PERCHÉ UN LOVE COACH A 4 RUOTE?

E perché no?! di Maximiliano Ulivieri*

Ognuno di noi ha una fiamma dentro. Può ardere o spegnersi.

Dipende dal vento (gli altri), oppure da noi stessi (autodeterminazione).

Di sicuro dev’essere alimentata.

Perché un Love Coach a 4 ruote? E perché no?!

Il vissuto di una persona in ambito relazionale, amoroso, sessuale, si distacca dal proprio apparire e risiede nel proprio essere. Si distacca ma non separa. Non si può amare qualcuno se non lo ami nella sua completezza: mente, corpo.

Si parla spesso di come una persona con disabilità possa amare, sedurre, essere amato, desiderato. Si cerca di farlo comprendere a chi non è disabile o anche ai disabili stessi, che sovente non ne sono del tutto convinti.

Spesso i cambiamenti migliori o comunque i più forti sono dovuti all’incontro con persone che ti cambiano. Da soli è molto più complesso, spesso impossibile.

Allora perché non trarre beneficio da chi è riuscito negli anni a rielaborare la propri disabilità riuscendo a viverla godendo dei piaceri e delle emozioni che l’esistenza può dare?

Il mio non vuole essere un aiuto rivolto “solo” alle persone con disabilità, se pur ci terrei molto ad esser contattato da persone di questo tipo. Una persona con disabilità, però, non è solo una persona a cui “dare”, ma anche una persona da cui “prendere”.

Mi rivolgo dunque a tutte quelle persone incapaci di relazionarsi principalmente con se stesse, con il proprio io, con il proprio corpo e da lì di relazionarsi con gli altri.

Mi rivolgo a voi per potervi dare ciò che la mia “diversità” mi ha insegnato.

Il percorso che faremo è complesso ma affascinante. Difficile ma coraggioso. E’ fatto di grandi e piccole cose. Di dettagli. Di risate e pianti. Di silenzi e parole. Di schiettezza e gentilezza.

Di paure e gioie.

 

*MAXIMILIANO ULIVIERI, Project Manager sul turismo accessibile. Ideatore del portale max_post_awww.diversamenteagibile.it

Docente corsi di formazione. Blogger su “Il Fatto Quotidiano”. Coautore del libro “LoveAbility – L’assistenza sessuale per le persone con disabilità”. Love Coach.



'PERCHÉ UN LOVE COACH A 4 RUOTE?' ha 1 commento

  1. 15 Settembre 2015 @ 9:31 LOVEGIVER: ANCHE EK SOSTIENE IL PROGETTO / Eroskitchen

    […] lì la collaborazione con ErosKitchen nella rubrica LoveCoach a 4 ruote, ma non […]

    Reply


Vorresti condividere i tuoi pensieri?

La tua email non sarà pubblicata.

Copyright © Monica Micheli - All Rights Reserved. Powered by StudioPZ