AFRODISIACI

Ashwagandha o ginseng indiano

Ashwagandha – L’energia del ginseng indiano

L’energia del ginseng indiano

Molti ci chiedono quali sono i principali afrodisiaci naturali.

La medicina ayurvedica riconosce da millenni virtù afrodisiache all’ashwagandha, ovvero alla radice del ginseng indiano, tanto da citarla nel Kama Sutra.

L’Occidente la sta portando in questo periodo agli onori della cronaca grazie all’apprezzamento dimostrato dallo star system sui social nei confronti di questo “nuovo” super-alimento.

Gli effetti più apprezzati dell’ashwagandha sono la capacità di combattere lo stress donando nel contempo una sferzata di energia.

Rispetto al ginseng e all’eleuterococco,  l’aswagandha è infatti una sostanza adattogena capace di rafforzare il sistema immunitario e rinvigorire il fisico, ma al contempo favorisce il rilassamento e la serenità… che, come si sa, sono ingredienti essenziali per dei fruttuosi incontri a due!

L’ashwagandha è commercializzata in capsule o in polvere. In tale forma può essere facilmente impiegata nella preparazione di frullati e smoothies salutari.

La nostra idea è quella di impiegarla in un preparato energizzante da consumare in previsione di incontri romantici, unendo una banana, del succo di ginseng e la punta di un cucchiaino di ashwagandha.

Assunta tutti i giorni, specie nel periodo invernale e durante i cambi di stagione, questa preziosa radice corroborerà tutti gli organi e ci aiuterà a incrementare il benessere e a difenderci dai malanni tipici del periodo freddo.

E’ importante, al fine di massimizzarne gli effetti, assumerla quando la nostra flora batterica è in salute.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:



'Ashwagandha – L’energia del ginseng indiano' non ha commenti

Commenta per primo questo post!


Vorresti condividere i tuoi pensieri?

La tua email non sarà pubblicata.

Copyright © Monica Micheli - All Rights Reserved. Powered by StudioPZ