ErosKitchen People

RISOTTO ZAFFERANO E TARTUFO IN VAL D’ORCIA

La Toscana dell’Amore tutta da assaporare

Il vero viaggio verso la scoperta
non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi,
ma nell’avere nuovi occhi
(Marcel Proust)

 

Come gli amanti che si conoscono da tanto tempo tendono a non accorgersi più delle qualità del proprio partner, così accade che chi ha la fortuna di vivere nel Paese più bello del mondo, l’Italia, spesso ignori gli incomparabili scorci di paradiso che ha a portata di mano.

Parliamo della TOSCANA?!

Gioia per gli occhi e per tutti gli altri sensi…

La ricchezza, la varietà, la qualità di ogni sua proposta agroalimentare e paesaggistica è strabiliante!

Se vi va un giro nella superba Val d’Orcia, patrimonio dell’Unesco, vi accompagnamo con questo video…e con un risotto sublime a base di zafferano Davitti e tartufi marzuoli di giornata…

Buon appetito!!

Perchè è afrodisiaco?

Tratteremo ben presto l’interessante argomento tartufi, ma oggi ricordiamo lo ZAFFERANO.

Lo ZAFFERANO, coltivato con maggior successo nella fascia mediterranea, con numerose eccellenze italiane, possiede proprietà stimolanti delle zone erogene, grazie alla picrocrocina, un composto organico che conferisce allo zafferano il suo caratteristico sapore, inducendo effetti similari a quelli degli ormoni.risot
È un eccellente sedativo ed emmenagogo, utile quindi agli ansiosi, a chi soffre di digestione difficile e di dolori mestruali.

Sono note inoltre le sue proprietà antiossidanti, dovute alla presenza del safranale, principale responsabile dell’aroma dello ZAFFERANO.

Ai fornelli!

Ingredienti
riso carnaroli 160 gr
zafferano Davitti circa 10 stimmi
brodo circa 75 cl
burro 30
parmigiano grattugiato 1 cucchiaio
olio qb
tartufo qb
scalogno 1
vino bianco 1/2 bicchiere

Preparazione

  1. mettere in ammollo lo zafferano in mezzo bicchiere di brodo caldo (4 ore prima)
  2. soffriggere lo scalogno tritato in un cucchiaio d’olio e una noce di burro
  3. tostare rapidamente il riso
  4. sfumare con il vino
  5. portare a cottura aggiungendo il brodo a piccoli mestoli e continuando a mescolare
  6. nel corso degli ultimi 5 minuti, aggiungere il brodo con lo zafferano
  7. mantecare con del burro e tartufo (portare il burro a temperatura ambiente e lavorarlo con del tartufo tritato, quindi rimetterlo in frigo fino al momento dell’utilizzo)
  8. Servire decorando con lamelle di tartufo e stimmi di zafferano Davitti


'RISOTTO ZAFFERANO E TARTUFO IN VAL D’ORCIA' non ha commenti

Commenta per primo questo post!


Vorresti condividere i tuoi pensieri?

La tua email non sarà pubblicata.

Copyright © Monica Micheli - All Rights Reserved. Powered by StudioPZ